Milano 24 giugno 2005


 


Oggetto: Proroga adempimenti privacy.








 


 


 


 


 


 


 


Come già comunicato nel mese di marzo, ricordiamo che con la conversione in legge del decreto milleproroghe (Legge 1 marzo 2005 n. 26) slittano al 31 dicembre 2005 i termini per l’adozione delle misure minime di sicurezza in materia di trattamento dei dati personali (privacy).


 


La proroga interessa esclusivamente le nuove misure minime  introdotte dal Codice della privacy. Va precisato, quindi, che  tutte le procedure previste a garanzia della riservatezza rimangono operative. Il differimento interessa gli adempimenti procedurali, in particolare la predisposizione  del Dps (Documento programmatico della sicurezza) il cui obbligo di stesura era stato esteso dal Codice a tutti i soggetti tenuti all’utilizzo e alla gestione di dati cosiddetti sensibili.


 


Non bisogna però dimenticare che anche le precedenti proroghe non esentavano gli operatori dalla responsabilità per eventuali danni cagionati a terzi. Il titolare del trattamento dei dati, infatti, è tenuto ad adottare tutte le misure di sicurezza idonee a prevenire i rischi di distruzione di dati personali.


Infine confermiamo che la proroga riguarda anche l’adeguamento dei sistemi. In sostanza per i soggetti non in grado, entro la fine dell’anno, di adeguare i sistemi alle nuove misure minime di sicurezza, è stato previsto un ulteriore periodo transitorio che si concluderà con il prossimo mese di marzo 2006.


 


Il Segretario
Alessandro Tosti


-
-